martedì 17 ottobre 2017

Di corsa

Ho mille post per la testa, li concepisco alla velocita' della luce e poi pero' sono troppo stanca per scrivere. 

Arrivo a sera, Giulia dorme e dico aaah mi metto a scrivere. Dopo 5 minuti sto gia' dormendo.

Rifletto un sacco sul sessismo, in questo periodo, vedo continuamente cose nuove che mi fanno arrabbiare, e mi chiedo come mai ci sia voluto tutto questo tempo per aprire gli occhi. Forse perche' insistere troppo sull'argomento alla fine e' paralizzante. Forse perche' solo ora che ho una figlia sento forte la spinta a mettere i puntini sulle i, a tentare di migliorare le cose, a vaccinarla in anticipo.

Sto lavorando un sacco, spinta da rinnovata ambizione, e dalla consueta passione per quello che faccio. Mi sembra di aver sfondato un tetto personale (non so se e' proprio il glass celining di cui si parla), un limite auto imposto da troppo tempo, dettato da un italico pudore nei confronti della parola carriera.

E niente, alla prossima fermata devo scendere per cui ciao, neh.