sabato 28 giugno 2014

Benessere

Ballare sereni apprezzando scritte senza senso.
Quando si fa pace con se stessi anche questo è possibile.
Ho un armadio abbastanza grande da contenere sia i vestiti invernali che quelli estivi.

Ho un numero di capi d'abbigliamento e calzature che mi consente di affrontare con dignità un numero scioccante di eventi mondani, che frequento con ostentato piacere.

Sono pagata per rompere le palle alla gente, indagare, imparare e scrivere. E anche viaggiare.

Quest'anno andrò in vacanza per davvero.


Posso passeggiare al parco nelle pause dal lavoro. Posso stare in ufficio senza scarpe.

Ho smesso di fumare da mesi e non mi ricordo nemmeno perché avevo cominciato. Non sono su Facebook da mesi e mi gusto la liberazione dal vizio compulsivo del refresh con una certa superiorità morale.

Guido sulla strada dell'autoconsapevolezza ad una velocità di crociera accettabile.

Questa settimana ho lavato i piatti sempre e messo in ordine ciò che spostavo, sempre.

In barba a chi ha bisogno del Rolex e se non va in vacanza in Thailandia si sente out, a chi non dorme aspettando una promozione su un lavoro che gli fa schifo, a chi suda freddo se non mette la crocetta a tutte le caselle che la società gli impone...

...io oggi mi sento proprio benone.