martedì 16 ottobre 2012

Paparazzi e semafori

Vivo davvero in un film (la vita e' meravigliosa! e allora perche' sono depressa?! boh). Stasera mentre andavo al night shop indiano - che sta davanti ad un locale fichetto come il quartiere - c'erano pure i paparazzi appostati sul marciapiede. Purtroppo non ho capito chi seguivano. Il ristorante aveva solo un tavolo occupato e mi sembrava un gruppo di befane. Forse era Kate Moss con le amiche, ho letto su Wikipedia che abita qui.
 
Vabbeh.
 
Ho scoperto un varco, una falla nello schema mentale britannico. Nessuno rispetta i semafori pedonali. La disinvoltura con cui i pedoni passano col rosso fra double decker e auto che provengono da (ehm..sinistra? destra?) metterebbe in imbarazzo perfino un parcheggiatore napoletano. Eppure e' cosi': c'e' sempre un primo coraggioso che si lancia in mezzo alla strada, seguito da un gregge che inevitabilmente blocca il traffico, creando le necessarie condizioni di sicurezza per tutti gli altri pedoni.
 
Forse in questo caso e' la smania di andare al lavoro che prevale sul rispetto delle regole. Mmmh. Comunque gli automobilisti mi sembrano compiacenti, non ho ancora sentito manco un clacson.