giovedì 6 settembre 2012

Profetico blog

Quando ho scritto il sottotitolo di questo blog sono andata a casaccio. Ho preso la prima testata che mi ha dato un lavoro, con il suo nome iperlocale e forse un po' buffo. E poi ho preso la prima testata più prestigiosa che mi veniva in mente, il giornalismo di qualità per antonomasia. 

Non lo avrei mai detto e non ho osato mai neanche sperarlo, e ora che è successo, sono piena di paure e di ansie da prestazione e blocchi di vario genere. 

Senza contare la lacerazione sentimentale che mi sta provocando questa scelta, e che ridimensiona decisamente quello che è stato un obiettivo, un miraggio, un'ossessione negli ultimi dieci anni della mia vita.

Non so come andrà. Però checcazzo, ce l'ho fatta.