sabato 23 aprile 2011

Cercasi ingegneri appassionati di Sudoku

Prosegue la preparazione semiseria al concorso EPSO. Saremo in tre, a recarci in gita sabato prossimo in un oscura via nel comune "rosso" della cintura milanese, Sesto San Giovanni. Il comune, detto anche Stalingrado d'Italia, è ed è stato sede di alcune delle più mastodontiche industrie nazionali, come le Acciaierie Falck. Luogo clou della lotta operaia negli anni Sessanta e Settanta, Sesto ora mostra uno scenario architettonico post-industriale. E assai triste. Che, appunto, stimolerà i candidati a dare il meglio in un concorso pubblico, stipendio sicuro e al riparo dalle crisi economiche e dalla catena di montaggio.

Comunque.

Leggendo un paragrafo che avevo saltato dal libro del guru Baneth ho scoperto che è tutto inutile. Baneth parla chiaro: avrà successo al concorso chi ha studiato materie scientifiche (statistica o ingegneria le preferite) e nel tempo libero ama esercitare la mente con giochi come cruciverba e sudoku.

Insomma: l'identikit del funzionario europeo, quello che la Commissione sta cercando per gestire la cosa pubblica europea, è un ingegnere appassionato di sudoku. Altro che master, erasmus e studi internazionali. Balle. Un solo, semplice consiglio per chi volesse tentare l'anno prossimo: abbonarsi alla Settimana Enigmistica.